Lo rendono noto segretari generali di categoria di Filcams, Uiltucs e Fisascat nonché le rsa delle rispettive sigle.
“Le offerte pervenute – spiegano i sindacati – sono state due: la BBs di Battistolli e Basile S.p.a. e la Cosmopool di Avellino. La prima ha garantito di assorbire tutto il personale attualmente in carico alla Ronda senza specificare il mantenimento degli scatti di anzianità e dell’anzianità di servizio maturata. La seconda ha dichiarato di riassorbire per un periodo di sei-otto mesi un numero di dipendenti pari a 287 unità e di attivare con gli stessi un contratto a tempo determinato in modo da verificare nel corso di questi mesi l’andamento aziendale e, successivamente trasformare detti contratti a tempo indeterminato. Le stesse hanno offerto un canone di fitto mensile pari a 16.000 € per un periodo di 24 mesi rinnovabile di anno in anno e di avere il diritto di prelazione in caso di cessazione di attività da parte della Ronda. I lavoratori unitamente ai Sindacati sono molto preoccupati per la tenuta e la riuscita di tale operazione in quanto non garantisce loro il Tfr maturato a tutt’oggi. Le preoccupazioni sono tante e al di là delle decisioni che verranno prese dal Dott. Dibisceglie, unitamente all’autorità giudiziaria,  al fine di salvaguardare l’attuale organico e il Tfr maturato dai lavoratori con anni di sacrificio e dedizione per il lavoro svolto. Altra soluzione paventata la consegna dei i libri contabili presso gli uffici giudiziari decretando purtroppo la fine dell’Azienda Ronda e di chiedere all’autorità giudiziaria di assolvere ai propri compiti dettati dalla legge Italiana e alla politica di mettere in atto tutte le iniziative per garantire il posto di lavoro ai dipendenti dell’azienda. Mercoledì 11 marzo – concludono i sindacati – è stata indetta una assemblea generale di tutti i lavoratori dell’Istituto che si terrà presso il salone della Cgil in via del Gallitello per decidere in maniera unitaria le azioni da mettere in campo da subito e tra queste non è escluso lo sciopero ad oltranza”.