“La scomparsa del pittore Donato Pace addolora l’intera comunità aviglianese. Con lui scompare uno degli ultimi rappresentanti di una generazione di talenti che ha dato lustro alle arti e a creazioni artigianali di grande rilievo, che rimarranno impresse nel ricordo degli aviglianesi”.

Così il sindaco di Avigliano, Vito Summa, nel ricordare l’artista lucano scomparso oggi.

Vito Summa
Vito Summa

“Uno spirito indomito e creativo, capace di grandi capolavori che ha fatto della pittura e della creatività artistica la sua ragione di vita, attraverso una narrazione pittorica che ha spaziato tra soggetti della tradizione a paesaggi, forme geometriche, figure sfumate sperimentando, continuamente, nuovi percorsi e tecniche innovative. Per Donato Pace i quadri erano creature che vivevano di vita propria, che non avevano prezzo e per questo non potevano essere vendute. Chiunque le riceveva, aveva l’obbligo di rispettarle e custodirle gelosamente. Lavoreremo nei prossimi mesi a ricomporre la storia e la produzione artistica di un pittore talentuoso, che merita uno spazio importante nella memoria aviglianese, raccogliendo e valorizzazione la vastissima produzione pittorica. Adesso è il momento del cordoglio che vogliamo esternare alla moglie Concetta e ai suoi familiari. Avigliano perde un grande artista, ma soprattutto un uomo mite, buono e amato da tutti”.