Riunione in Prefettura a dell’Osservatorio Provinciale per la Sicurezza Stradale

Riunito anche il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica

233

Sabato 17 dicembre 2022 – Presieduto dal Prefetto di Potenza Michele Campanaro, si è riunito in Prefettura di Potenza, l’Osservatorio Provinciale per la Sicurezza Stradale, convocato per una analisi del fenomeno della incidentalità stradale.

Alla riunione hanno preso parte il dirigente della Sezione Polizia Stradale, rappresentanti della Questura di Potenza, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco, dell’ Amministrazione provinciale, del Comune di Potenza, della Motorizzazione Civile, della Struttura Territoriale di Anas e di lstat Basilicata.

In apertura, il Prefetto Campanaro ha illustrato i dati Istat relativi al biennio 2020/2021, da cui è emersa un trend in sensibile rialzo del numero degli incidenti stradali.

Complessivamente, infatti, in provincia di Potenza si sono registrati 508 sinistri nel 2021 rispetto ai 372 dell’anno precedente, con un incremento del 36 %. Anche il numero dei morti e dei feriti ha subito un significativo aumento nel 2021, con un balzo rispettivamente dell’ 82% (da 11 a 20 morti) e del 37% (da 551 a 753 feriti). “L’incidentalilàstradale, offre ad un elevato cosloumano, porta consè anche un costo sociale non irrilevante, se è vero che nel 2021 per la regione Basilicata è stato stimato in poco meno di 137 milioni di euro, cioè 252 euro per ogni cilladino lucano – ha dichiarato introduttivan1ente il Rappresentante del Governo – Il lrend in rialzo del 2021 è cerlamente collegato al progressivo superamenlo delle misure di limitazione alla mobilità causale dall’emergenza pandemica e, purlroppo, la crescita è confermata anche nel corso del 2022“.
Ad oggi, infatti, Polizia Stradale, Arma dei Carabinieri e Polizie Locali hanno già registrato, in un dato solo parziale, 467 incidenti sulle strade del territorio provinciale, con 519 feriti e 23 morti, 3 in più rispetto al 2021.

Nel corso della seduta dell’Osservatorio, il Prefetto ha, quindi, illustrato i contenuti dell’ultima Direttiva del Ministro dell’Interno del 15 dicembre scorso, con cui viene posta l’attenzione sulla ingravescenza e sulla complessità del fenomeno dell’incidentalità stradale, che richiede una trattazione integrata idonea a strutturare una risposta “di sistema”.

“Il tema dell’incidentalità stradale ha senz’altro bisogno di un approccio multilivello ed interistituzionale – ha chiosato il Prefetto Campanaro – e non v’è dubbio che questo Osservatorio rappresentiun luogoprivilegiatodovemettereasistemale competenzee le azionidi tutti gli attori coinvolti. Il report di !stai conferma che la maggior parte degli incidenti avvengono per comportamentierrati diguida, guida distrai/a e velocità elevata, temi sucui occorre continuare a sviluppare percorsidiprevenzione e dieducazione.Ma èaltrellantoimportante lavorare insieme con i titolari dellepoliticheinfrastrullurali per migliorarele condizionidellaviabilità,insieme con !adeguatezzadella segnaleticae dellilluminazione,altri fattori che incidonopesantemente sul tema sicurezza stradale.

A quella dell’Osservatorio sulla Sicurezza Stradale – che ha aggiornato i suoi lavori alla fine di gennaio 2023, per un ulteriore report- è seguita una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, nel corso della quale il Prefetto, in vista delle festività natalizie, ha disposto l’immediato rafforzamento delle attività di controllo sulle principali arterie stradali, estese alle fasce orarie notturne, con l’utilizzo di strumentazione idonea a rilevare il tasso alcolemico del conducente, ovvero la guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.
Apposito tavolo tecnico convocato ad horas in Questura, allargato alle Polizie locali, definirà le modalità operative dei controlli, che avranno luogo anche con posti di blocco.