Il “Gran Caffè Italia”, in piazza Mario Pagano a Potenza (in copertina una foto d’epoca), riapre. Riapre per riproporsi come il “salotto buono” della città come volle alla fine della seconda guerra mondiale il commendatore Antonio De Luca, accetturese.
Ed un altro accetturese, Piero D’Alaimo, titolare della pasticceria “La Delizia”, a distanza di anni, riapre il bar, rimasto per alcuni mesi chiuso per ristrutturazione.
L’inaugurazione, prevista per giovedì, 22 dicembre prossimo, “è per il centro storico di Potenza – si legge in una nota del nuovo proprietario – la fine di una lunga attesa, un appuntamento che molti auspicavano da tempo. In città, la sola vista dell’insegna in disuso ha suscitato da subito malumori e polemiche. Proprio da questa sfida imprenditoriale nasce l’auspicio per il rilancio del centro cittadino, da troppi anni abbandonato a se stesso”.

Ora il testimone passa a Piero D’Alaimo, nato ad Accettura e da trentadue anni nel mondo della pasticceria che, oltre alla volontà di rilanciare un locale storico, “vorrebbe restituire alla città e al suo centro il suo antico punto di riferimento, una nuova vita per un luogo caro ai cittadini che, dopo anni di sopravvivenza e un graduale spopolamento commerciale di via Pretoria, vorrebbero un chiara e veloce cambio di rotta”.