La data del voto per il referendum costituzionale è il 4 dicembre. La conferma formale arriva dal sottosegretario alla presidenza del consiglio, Claudio De Vincenti, in conferenza stampa a Palazzo Chigi dopo la riunione del cdm: «Il consiglio dei ministri ha oggi convenuto sulla data del 4 dicembre prossimo per l’indizione da parte del Presidente della Repubblica del referendum sul testo della legge costituzionale». Per De Vincenti la decisione di oggi del Consiglio dei ministri arriva «con più di dieci giorni di anticipo rispetto al termine utile e anche la data del 4 dicembre è anticipata rispetto all’ultima data possibile».

L’orario lo annuncia il premier Matteo Renzi nella sua e-News: «Si voterà il 4 dicembre, dalle 7 alle 23».

La scheda

Nella scheda elettorale per il referendum che potrebbe confermare o respingere la riforma costituzionale approvata dal parlamento, comparirà questo quesito: «Approvate voi il testo della legge costituzionale concernente ”Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione” approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?». Alla fine del quesito ci sono due caselle, una con il «Sì» e una con il «No». Basta barrare con una «x» la propria scelta. Non c’è quorum e vince dunque la scelta indicata dalla maggioranza di chi va a votare.

n-scheda-large570