A sottoscrivere l’accordo di partenariato sono stati i Presidenti delle Province di Salerno (Giuseppe Canfora), di Matera (Francesco De Giacomo) e di Potenza (Nicola Valluzzi), l’assessore al Bilancio del Comune di Salerno, Roberto De Luca e il sindaco di Matera Raffaello De Ruggieri.

Firma dell'accordo di partenariato
Firma dell’accordo di partenariato

L’accordo, nelle intenzioni dei firmatari, ha lo scopo di favorire i collegamenti aerei tra gli aeroporti di Pisticci e Salerno e tra essi e il resto del paese. Lodevole finalità ma qualche dubbio ci sorge se consideriamo le condizioni di abbandono dell’aeroporto di Pontecagnano, per il quale, lo ricordiamo,  la Regione Basilicata ha investito fondi propri.

Le condizioni di abbandono dell'aeroporto di Pontecagnano
Le condizioni di abbandono dell’aeroporto di Pontecagnano

Le condizioni della struttura campana non dovrebbero comunque ridimensionare o rallentare il programma di sviluppo e di definitivo decollo dell’aviosuperficie di Pisticci che diverrà a breve – è stato confermato nell’incontro svoltosi ieri in occasione della firma dell’accordo – aeroporto nazionale. Lo ha ribadito l’assessore regionale alle infrastrutture della Basilicata, Nicola Benedetto, secondo il quale “in pochi mesi, tre o quattro al massimo, dopo aver ottemperato alle prescrizioni dell’Enac, avremo qui a Pisticci un aeroporto di terzo livello in cui si potrà raccogliere l’utenza non solo lucana anche quella del tarantino e dell’alto Jonio calabrese”.

Un momento dell'incontro per la firma dell'accordo
Un momento dell’incontro per la firma dell’accordo

Se i programmi saranno rispettati – e non c’è dubbio che questo accada – i primi ad essere soddisfatti saranno gli operatori turistici della costa ionica grazie alla rapidità con la quale i loro ospiti potranno raggiungere le strutture ricettive. Ad essere soddisfatti saranno anche i titolari delle azienda agricole del Metapontino, i quali potranno più velocemente trasportare i loro prodotti sui mercati del resto del paese.