Potenza | Con la cerimonia di consegna del nuovo pulmino, al via il Progetto di Mobilità Garantita dell’Unitalsi

942

Mercoledì 22 giugno 2022 – Consegnato con una cerimonia svoltasi nel Palazzo della Cultura di Potenza un nuovo pulmino con il quale la sottosezione di Potenza dell’Unitalsi potrà garantire servizi trasporto sociale e di accompagnamento di vario tipo: casa/lavoro, attività di tempo libero e socializzazione, terapie, cure mediche, diritti e doveri civici (elezioni/referendum).

E’ quanto prevede il Progeto di Mobilità Garantita illustrato nel corso della cerimonia alla quale sono intervenuti il Vescovo Metropolita di Potenza, mons. Salvatore Ligorio, l’assistente dell’Unitalsi, don Mimmo Florio, l’assessore comunale Fernando Picerno.

Il Progetto, promosso dall’U.N.I.T.A.L.S.I. Sottosezione di Potenza in collaborazione con PMG Italia SpA, nasce nell’ambito dell’integrazione collaborativa tra pubblico e privato prevista dalla “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” n° 328/2000 e ha l’obiettivo di promuovere forme di autonomia e integrazione sociale, attraverso l’implementazione dei servizi di trasporto sociale ed accompagnamento.

Il “Progetto Mobilità Garantita” si realizza grazie al senso di responsabilità sociale degli imprenditori locali, che abbinano il proprio marchio e la propria immagine ad una iniziativa solidale e sociale realizzata per il benessere della comunità con il fine di offrire un valido supporto ai servizi socio-assistenziali territoriali.

Il finanziamento dei veicoli, del loro mantenimento e la realizzazione del servizio, è infatti possibile grazie alla locazione da parte di imprese e aziende del territorio di spazi pubblicitari sulla superficie esterna degli autoveicoli.
Tutte queste imprese hanno valori comuni e la consapevolezza che il benessere di sé stessi e della propria azienda è strettamente legato alla comunità nella quale vivono ed operano.

La Mission di PMG Italia consiste nell’operare con trasparenza, nel rispetto di una scala di valori condivisa, guardando alla comunità per stimolare un cambiamento positivo e migliorare la qualità della vita difendendo la diversità e promuovendo l’integrazione.