Martedì 14 aprile 2020 – “Il Rotary di Melfi si fa interprete di un’aspirazione che emerge dal fondo di ogni coscienza individuale e collettiva, dall’odierno vissuto, inquietante e drammatico di tanti club i quali, pur disseminati nel mondo, secondo un nostro forte convincimento,  levano  un’unanime possente voce al Rotary Internazionale”.
E’ quanto afferma in una nota la Presidente, Giuseppina Cervellino Masiello.   
“Il nostro appello – prosegue – scaturisce dalla consapevolezza che siamo inermi di fronte ad un immane flagello, che ci sconvolge per l’intensità, la vastità e l’impotenza della scienza.

Sentiamo di vivere in uno status di precarietà, in un orizzonte angusto senza luce e prospettiva che schianta ogni certezza esistenziale ed accentua la percezione del nichilismo sotto l’ombra incalzante di un’insidia virale misteriosa ed invincibile.

La nostra voce, che si leva da una terra periferica, la Basilicata, desidera diventare un appello corale al Rotary Internazionale che, sempre nelle sua tradizione ideologica e culturale, ha combattuto le grandi battaglie per la vita, in nome di un profondo umanitarismo che è la ragione dell’esistenza.

L’eradicazione della polio è stata il segno tangibile dell’impegno concreto del Rotary, sensibile ai bisogni reali ed impellenti delle popolazioni più bisognose.

Chiediamo con vigore al Rotary Internazionale – afferma la Presidente Giuseppina Cervellino Masiello – di combattere una battaglia più insidiosa, pervicace, che miete vittime e travolge le strutture portanti vitali del sistema sociale e di ogni compagine umana e civile.

Il Rotary, che ha vinto tante battaglie, deve perseguire il grande obiettivo della salute mondiale, devolvendo un congruo cespite economico al finanziamento della ricerca, senza polverizzarlo nella risposta ai tanti, seppur sentiti bisogni contingenti, mirando all’obiettivo supremo di debellare l’ombra di un malum materiale e morale con la ricerca e le armi della medicina e della scienza.

Sine Salute est Nulla Vita, Nessuna Vita esiste senza la Salute del corpo, dell’anima e della mente, unica forza vincente di crescita e di sviluppo del mondo intero.
Siamo convinti – conclude la Presidente del Rotary di Melfi – che il nostro appello sarà condiviso da tanti Club e Distretti ed invitiamo, tramite il nostro Governatore Sergio Sernia, i Governatori, gli Assistenti dei Governatori, i Presidenti di club, tutti fortemente sensibili ad un’emergenza esistenziale, a divulgarlo in Italia ed all’estero per una forte condivisione, perché diventi un’univoca possente voce presso il Rotary Internazionale a difesa della salute e della vita”.