Una serie di grandi tele eseguite dai maggiori maestri del Seicento come Cesare Fracanzano, Nicolas Tournier, Battistello Caracciolo e Giova Battista Recco, si presentano per la prima volta riunite in Basilicata per una nuova discussione sulle influenze del genio di Caravaggio nel panorama artistico seicentesco con una speciale ed inedita relazione con la cultura contemporanea di Vincenzo Lo Sasso, il celebre maestro lucano della luce. Si tratta di un esperimento che muove lungo le linee di un confronto delle dinamiche artistiche barocche e che medita le istanze figurative di quel tempo nelle trame delle nature morte, degli ambienti popolari e dei ritratti; uno speciale tentativo di congiunzione delle atmosfere d’ombra e luce che dal Seicento vengono reinterpretate dal un linguaggio artistico estremamente innovativo e seducente.

Tra le opere in mostra saranno presenti anche capolavori come i celebri Lottatori di Fracanzano, posti in relazione dalla critica specialistica con la grande tela autografa del maestro al Museo del Prado, e la meravigliosa Maddalena di Andrea Commodi, il cui disegno preparatorio si conserva agli Uffizi.
Sarà possibile ammirare le opere dal 28 marzo fino al 30 giugno 2015 presso il Museo delle Antiche Genti di Lucania di Vaglio (Pz)