Giovedì 14 ottobre 2021 – I consiglieri di maggioranza del Consiglio generale dell’Inpgi (Isituto Nazionale di Previdenza dei Giornalisti Italiani) accolgono con molto favore l’iniziativa del Consiglio nazionale della Federazione della Stampa, che ha votato a larga maggioranza un documento con cui si dichiara la mobilitazione della categoria per la difesa dell’Inpgi e del nostro welfare.
Per contrastare la progressiva riduzione dei rapporti di lavoro e il depauperamento delle redazioni, il Consiglio generale ha impegnato con un proprio documento programmatico il Cda, all’inizio dell’attuale mandato, a definire un piano di ampliamento della platea contributiva dell’Inpgi, che si inquadri in una complessiva riforma del sistema dell’informazione.

Riteniamo quindi importante che – affermano nel documento I consiglieri di maggioranza del Consiglio generale dell’Inpgi – la Federazione della Stampa si sia espressa in maniera decisa a sostegno di questo progetto e invitiamo il sindacato a sostenere in tutte le sedi e con tutte le iniziative di mobilitazione opportune il piano di ampliamento della platea contributiva, unico strumento in grado di garantire l’autonomia della professione attraverso la gestione del proprio welfare, senza gravare sulle casse dello Stato, come sempre fatto da un Istituto che si avvia a tagliare il traguardo del secolo di vita e che il Legislatore, nell’immediato dopoguerra, ha voluto autonomo proprio a garanzia del valore costituzionalmente tutelato della libertà dell’informazione.