Nel corso dell’incontro, è stato esaminato ed approvato il modulo organizzativo predisposto dall’Ufficio ANAS Autostrada Salerno-Reggio Calabria concernente le attività di assistenza all’utenza in caso di eventuali criticità, connesse alla presenza di cantieri inamovibili e alla chiusura dell’Autostrada A3, nel tratto tra Laino Borgo e Mormanno, conseguente al sequestro giudiziario del “Viadotto Italia”. Il piano prevede anche l’individuazione di percorsi alternativi differenziati per il traffico veicolare dei mezzi pesanti e di quelli leggeri, che interessano tra l’altro il territorio lucano.
Nell’ambito delle attività di assistenza agli utenti che percorrono le arterie autostradali e statali è stata decisa l’istituzione di due presidi sanitari.
Il primo sarà garantito dall’ANAS presso lo svincolo autostradale di Mormanno e l’altro dalla Croce Rossa Italiana di Basilicata sulla SS 585 “Fondo Valle del Noce”, all’altezza del km. 27.
Le Forze di Polizia intensificheranno i servizi di vigilanza finalizzati a garantire il controllo del territorio e la sicurezza pubblica.
I Sindaci dei Comuni della provincia sono stati interessati dal Prefetto di Potenza in ordine all’esigenza di intensificare i servizi locali di polizia stradale e di protezione civile.
L’ANAS curerà costantemente l’informazione agli utenti autostradali attraverso l’utilizzo di pannelli a messaggio variabile, sistemi web e applicazioni informatiche, collegamenti con il sito www.stradeanas.it, nonché mediante il call center numero verde 800.290092.