L’assessore comunale alla Mobilità del Comune di Potenza, Gerardo Bellettieri, incontrerà nelle prossime ore i dirigenti della Stia per discutere di alcune criticità emerse con l’avvio della bigliettazione elettronica, che qualche disagio sta creando agli utenti ed anche qualche polemica.

Della posizione della Fit Cisl abbiamo dato notizia; più avanti pubblicheremo quali sono le richieste di Rete Sociale Attiva Basilicata, Associazione Nazionale di Consumatori.

Ma intanto vediamo cosa cambia con il nuovo sistema di bigliettazione.
Diciamo subito che per ora funzionerà solo nelle scale mobili che collegano viale Marconi a piazza 18 Agosto.

Successivamente sarà esteso alle altre e ai bus, per i quali al momento funziona il vecchio sistema (biglietti cartacei da obliterare).

img_5215

Il sistema di bigliettazione – come precisa in una nota la ditta Trotta che gestisce il servizio – prevede due macro tipologie: abbonamenti mensili e carnet ricaricabili.
L’abbonamento mensile, consta di una card plastificata magnetica, personalizzata con stampa di foto-ritratto e dati anagrafici.
Si suddivide in tre tipologie:
Abbonamento completo Servizi Integrati (bus+scale mobili) al costo di 25 €/mese solare (passaggi illimitati);
Abbonamento completo Servizi Integrati (bus+scale mobili) STUDENTI al costo di 16 €/mese solare (passaggi illimitati);
Abbonamento solo Scale Mobili al costo di 10 €/mese solare (passaggi illimitati).

La card di abbonamento ha un costo iniziale una-tantum di € 5.00 da pagarsi solo una volta all’atto dell’acquisto. L’abbonamento sarà rinnovato per periodi mensili a scelta dell’utente.

Dove acquistare gli abbonamenti?
Gli abbonamenti devono essere acquisitati solo presso la biglietteria in accesso Scale Mobili di Via Marconi, dalle 8.00 alle 21.30 dal lunedì al sabato, dove si provvederà alla stampa completa della card, il tutto in tempo reale, evitando quindi i passaggi plurimi dei cittadini.

Cosa devono fare i possessori di abbonamenti relativi al mese di ottobre?
I possessori di abbonamento valido per il mese di ottobre, potranno recarsi presso la suddetta biglietteria per acquistare il nuovo abbonamento elettronico precaricato a tutto il mese di ottobre in modo gratuito, sostenendo quindi solo il costo iniziale di 5 €. L’abbonamento è personale e non può essere utilizzato per passaggi multipli.

Biglietti di corsa singola
E’ previsto il biglietto “corsa singola”, da emettere direttamente sul bus dall’autista, al costo maggiorato di 1,50 €.

I carnet
I carnet sono un biglietto elettronico contenente un numero di corse o passaggi prestabiliti e sono di diversa tipologia:
Carnet per il servizio integrato, quindi autobus + impianti meccanizzati. Hanno un costo di 5€, sono ricaricabili e prevedono n. 5 corse, ognuna delle quali ha durata 90 minuti, entro i quali si potrà usufruire di tutti i sistemi del TPL. Con questo carnet, anche entrando prima nella scala mobile e non in autobus, comunque sarà considerata una corsa da 1 euro di 90 minuti.
Carnet solo per impianti meccanizzati, sempre al costo di 5€, sempre ricaricabili, e contengono 20 passaggi dalle scale mobili. I passaggi sono considerati singoli e non a tempo.

I carnet sono acquistabili presso la stessa biglietteria, presso gli operatori all’interno delle scale mobili e anche presso gli esercizi commerciali rivendite dislocati in vari punti della città. I carnet NON hanno scadenza temporale e sono utilizzabili per passaggi multipli in successione, ossia un carnet può essere “beggiato” più volte per permettere l’accesso contemporaneo di più persone. NON è previsto il biglietto per singolo passaggio.

Cosa fare dei biglietti cartacei?
I vecchi biglietti cartacei saranno “scontati” sul prezzo di acquisto dei nuovi carnet. In riassunto quanto detto rappresenta le novità relative alla bigliettazione elettronica.

Fin qui le informazioni fornite dalla Ditta Trotta.
Intanto, come accennavamo, sul nuovo servizio di bigliettazione elettronica si registra anche una presa di posizione di Rete Sociale Attiva.
In una nota a firma della presidente, Luisa Rubino, informa che, insieme al consigliere comunale, Fernando Picerno, ha incontrato il Direttore della Trotta Bus Service, Lucio Malatesta, al quale sono state prospettate alcune richieste di cittadini che si sono rivolti all’associazione.
Segnalato, fra l’altro, che ad essere penalizzati dal nuovo sistema di bigliettazione sono  i detentori degli abbonamenti del trasporto pubblico locale che al momento del cambio della tessera non si vedono riconosciuta nessuna agevolazione e sono costretti a corrispondere altri € 5,00 ai fini della validità dell’abbonamento stesso.
Altra critica di Rete Sociale Attiva Basilicata: il non aver previsto tariffe agevolate per adolescenti, disabili e anziani e, per di più, non è chiara nemmeno la fascia di età entro la quale i bambini sono esenti dal pagamento del ticket.

pavese-banner-2