Entra nella fase operativa la raccolta differenziata a Potenza, sulla base di un calendario predisposto dall’amministrazione comunale d’intesa con l’Acta (l’Azienda Comunale di Tutela Anbientale).
Da oggi sono interessate circa quindici contrade di Potenza che avranno a disposizione le nuove postazioni, composte da contenitori stazionari dedicati alle varie tipologie di rifiuti.

Il mastello areato per i rifiuti organici, le buste biodegradabili, oltre ad una scheda magnetica che servirà per accedere al conferimento dei rifiuti non differenziabili, è la dotazione che nei giorni scorsi è stata recapitata alle utenze delle aree di cui trattasi.
“Ora – precisa una nota dell’Acta – bisogna soltanto servirsene secondo le indicazioni diffuse e pubblicate sul sito del’Acta

differenziata_potenza_5
In dettaglio, come documentato dalla foto, i cittadini troveranno su strada nuovi contenitori colorati nei quali dovranno conferire i rifiuti prodotti, seguendo il calendario e la guida distribuita dai facilitatori.
I cittadini dovranno conferire:

  • nel contenitore MARRONE la frazione umida
  • nel GIALLO plastica e metalli
  • nel GRIGIO il materiale non differenziabile
  • nel BLU la carta
  • nel VERDE il vetro

vademecum originale

Il Direttore dell’Acta, Silvio Ascoli, rivolge un invito ai cittadini affinchè, con l’avvio del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, evitino di conferire gli stessi fuori dai cassonetti preposti, creando notevoli problemi d’igiene, oltre a difficoltà allo stesso personale Acta.

“Qualora tale comportamento dovesse continuare, la Polizia Municipale e gli ispettori ambientali dell’ Acta – ricorda Ascoli – saranno costretti ad elevare sanzioni”.

Immagini che non dovremmo più vedere a Potenza
Immagini che non dovremmo più vedere a Potenza

Nel frattempo l’Acta prosegue la sistemazione dei contenitori nella parte restante della cinta extraurbana, nella zona sud della città per poi farlo nella parte a nord ovest di Potenza, in particolar modo nei quartieri Poggio tre Galli, Malvaccaro, Cocuzzo e Gallitello e, gradualmente, nel resto della città.

[powr-image-slider id=2c7c4725_1468849469443]