Potenza | L’Acta sottoscrive protocollo per riscossione coattiva della Tari e per la lotta all’evasione e alla elusione

935

Domenica 19 giugno 2022 –

“Il processo di ristrutturazione e riorganizzazione, oltre che di risanamento dell’ACTA Potenza spa prosegue a grandi passi con risultati significativi.
Dopo la approvazione del nuovo Piano Industriale e di un primo piano di rientro nelle esposizioni debitorie della Azienda, alla presenza del Sindaco di Potenza Mario Guarente e dell’assessore al Bilancio ed alla partecipata Gianmarco Blasi, è stato sottoscritto il contratto di servizio con la ATI Municipia- Gamma Tributi,  avente ad oggetto l’affidamento del servizio per la riscossione coattiva della TARI non versata dai cittadini inadempienti, e per la conseguente lotta all’evasione e all’elusione della tariffa”.

Lo afferma il una nota l’amministratore Unico Avv. Camillo Naborre

“L’affidamento della gestione del recupero coattivo delle quote di TARIC non pagate e delle fasce di elusione e di evasione totale, rappresenta – precisa – una tappa importante sul versante dell’efficientamento dei servizi che la azienda municipale deve assicurare ai cittadini, e su quello del risanamento economico della Azienda, perché si andranno finalmente a perseguire i soggetti che sistematicamente si sottraggono al pagamento della tariffa accertata, , ma anche ad attivare tutte le conseguenti attività di lotta rigorosa contro l’evasione e la elusione nei confronti di coloro che hanno dichiarato superfici inferiori a quelle effettivamente detenute, oppure hanno totalmente omesso di dichiarare la titolarità di fabbricati soggetti al pagamento della TARIC.
Questo, come appare evidente, consentirà alla Azienda di incassare le somme che dal 2018 non venivano riscosse, ma anche di ampliare la base impositiva della tariffa”

“In tal modo, conformemente agli indirizzi politici impartiti dalla Amm.ne Comunale, la Azienda riuscirà ad ottenere le risorse finanziarie necessarie per fronteggiare con maggiore forza le difficoltà finanziarie alle quali finora comunque ha fatto fronte con grandi sacrifici, ma anche, e soprattutto, per conferire maggiore efficienza ed efficacia ai servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti e di implementazione dei servizi di igiene urbana, oltre che a tentare di determinare anche benefici tariffari mirati in favore dei cittadini utenti che continuano a pagare con regolarità il corrispettivo per la gestione del ciclo dei rifiuti.

L’Amministratore Unico dell’Acta, Naborre, con (a destra) il Sindaco di Potenza, Guarente

Su sollecitazione del Sindaco, inoltre, l’ACTA e la Società affidataria del servizio hanno altresì concordato modalità specifiche per l’esercizio delle azioni di recupero per quelle fasce meno abbienti che si trovano in oggettive difficoltà economiche, in linea con le priorità dell’azione politica dell’ Amministrazione Comunale nei confronti delle categorie più deboli.

Nelle prossime settimane infine, verrà aperto al pubblico un apposito Ufficio  (presso gli spazi riqualificati di piazza XVIII agosto)  per la gestione del servizio TARI e dei  parcheggi a pagamento, ove saranno anche allestiti sportelli aperti al pubblico per le varie esigenze dell’utenza con numero adeguato di personale preposto che presidieranno la struttura.

In tal modo si intende inserire un altro tassello alla implementazione del progetto che la Amm.ne Comunale sta perseguendo in maniera significativa, per la riqualificazione, la rivitalizzazione, il reinsediamento ed il  ricollocamento di uffici e strutture pubbliche nel centro storico di Potenza, nel tentativo di dare ad esso nuova vitalità.

Nel frattempo, – conclude Naborre – gli uffici preposti sono al lavoro per stilare un piano di Comunicazione che verrà illustrato ai cittadini per informare sulla  modalità di accesso e fruizione dei servizi della nuova struttura”.