Potenza: 500.000 euro per efficientamento energetico e mobilità sostenibile

99


POTENZA – “Abbiamo candidato e in parte realizzato due progetti ai ministeri per lo Sviluppo Economico e delle Infrastrutture e Trasporti per un importo complessivo di circa 500.000 euro, che stanno consentendo interventi per l’efficientamento energetico in alcune scuole e permetteranno la redazione e implementazione del Piano urbano della mobilità sostenibile”.

Ad annunciarlo l’assessore al Bilancio, Patrimonio e Programmazione Giuseppe Giuzio che, nello spiegare i due diversi interventi, si è soffermato sulla volontà “dell’Amministrazione di affrontare le nuove sfide in tema di rispetto dell’ambiente e sviluppo ecocompatibile, individuando soluzioni che contemperino le esigenze di benessere dei nostri concittadini con scelte che rispettino il nostro territorio oggi e per il futuro”.

“Per quanto riguarda l’efficientamento energetico – ha detto l’assessore – si sta intervenendo, con una somma pari a 170.000 euro, su quattro Istituti comprensivi cittadini, in particolare ‘Leopardi’, ‘Busciolano’, ‘Don Milani’ e ‘Torraca – Bonaventura’, in quei plessi ove si è reso necessario provvedere alla sostituzione delle caldaie procedendo all’installazione delle nuove. Per la mobilità sostenibile ci si è mossi ritenendo che Potenza rivesta un ruolo chiave nell’ambito del Piano regionale dei Trasporti, relativamente ai collegamenti intermodali già previsti all’interno dell’Investimento Territoriale Integrato di Sviluppo Urbano (ITI). Per il PUMS (Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile) l’importo del progetto candidato è di 328.000 euro e ha come target la definizione di elementi di pianificazione strategica di medio-lungo periodo, con una visione di sistema della mobilità urbana, con obiettivi di sostenibilità ambientale, sociale ed economica, i cui principi fondanti sono la mobilità per i cittadini, la sostenibilità, la partecipazione e la condivisione, la qualità dello spazio pubblico, con azioni che devono mirare all’efficacia e all’efficienza del sistema di mobilità e alla sua integrazione con gli assetti e gli sviluppi urbanistici e territoriali. Costituiremo un gruppo di lavoro interdisciplinare affinché tutto questo possa realizzarsi e gli obiettivi essere raggiunti”, conclude Giuzio.