Il confronto rispetto allo stesso periodo dello scorso anno è sul netto della capienza degli invasi. La situazione è critica: mancano complessivamente 113 milioni di metri cubi.
Il 17 ottobre del 2018 avevano negli invasi lucani 317.680 milioni dimetri cubi di acqua. Il 17 ottobre scorso 204.515 milioni di metri cubi: 113 milioni di metri cubi in meno.


La situazione per ciascuno dei principali invasi lucani.

Nell’invaso di Monte Cotugno mancano poco meno di 50 milioni di metri cubi: 156,750 milioni di metri cubi il 17 ottobre dello scorso anno; 107,438 la stessa data di quest’anno. E’ la situazione più critica.

Invaso del Pertusillo. Al 17 ottobre scorso vi erano 45,589 milioni di metri cubi in meno.

Invaso della Camastra. Sempre alla stessa data, 7,765 milioni di metri cubi in meno.

Invaso di San Giuliano. 18 milioni di metri cubi in meno rispetto allo scorso anno.

L’unico invaso che ha più acqua rispetto allo scorso anno è il Basentello che ha circa 10 milioni di metri cubi in più: 7.430, 217 (17 ottobre 2018); 17.096,943 (17 ottobre 2019). La situazione dipende dal fatto che l’invaso del Basentello è utilizzao soltanto per usi irrigui.