MARATEA | Sequestrati dalla Guardia Costiera 300 kg di tonno rosso

894

MARATEA – Durante l’esecuzione di ordinari controlli in ambito portuale, personale militare della Guardia Costiera di Maratea ha intercettato lo sbarco da un peschereccio di due esemplari di tonno rosso, ognuno del peso di circa 150 Kg. L’equipaggio del peschereccio che ha commesso l’illecito, oltre a non aver comunicato all’Autorità marittima la pesca accidentale dei tonni, dopo lo sbarco si stava apprestando alla successiva immissione in commercio. Al comandante del motopesca sono stati contestati due verbali amministrativi, nonché la sanzione accessoria del sequestro degli attrezzi utilizzati per la cattura del tonno, nello specifico un palangaro lungo circa 6 chilometri.

Anche il pescato è stato sequestrato ed al fine di evitarne la distruzione e di garantirne la cessione ad enti caritatevoli.

In attesa che gli enti di beneficienza – in particolare nell’ambito della Basilicata, dell’alto Tirreno Cosentino e del basso Cilento – manifestino il loro interesse anche solamente per una parte dei due grossi esemplari, questi sono stati affidati in custodia e stoccati presso un idoneo deposito dotato di adeguati impianti di refrigerazione.

L’intervento fa parte dei compiti affidati al Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera in ambito tutela della pesca marittima, in particolare al fine di garantire il rispetto delle normative sovranazionali riguardanti le risorse alieutiche, per favorirne una pesca sostenibile.