La scandalosa situazione del Terminal Bus di Serra Rifusa a Matera

La denuncia dell'Associazione Infrastrutture, Servizi e Mobilità nel Materano: costato alla comunità circa 6,2 milioni di euro e mai reso fruibile

2084

Giovedì 12 gennaio 2023 – L’Associazione Infrastrutture, Servizi e Mobilità nel Materano con una nota denuncia i problemi tuttora irrisolti nel Materano relativamente ad infrstrutture e collegamenti sia ferroviari che su gomma.

In particolare l’associazione denuncia la scandalosa situazione del Terminal Bus di Serra Rifusa a Matera mai entrato in funzione.

“Circa 7 ettari di superficie, fermata ferroviaria, più di 30 stalli bus al coperto, parcheggio coperto per auto a due piani per lo scambio intermodale (più di 300 posti), area destinata ai servizi agli utenti, area ristoro, ingresso diretto dalla statale 99.
Un vero e moderno terminal bus costato alla comunità circa 6,2 milioni di euro e mai reso fruibile.
Inaugurato con tanto di taglio del nastro nel 2019 dal presidente Fal Colamussi, dall’allora sindaco Raffaello De Ruggieri e da altri esponenti della politica locale e nazionale, ma mai aperto al pubblico.

Inaugurazione del Terminal Bus

L’ennesimo spreco di risorse pubbliche passato in sordina. Le responsabilità rimbalzate con il solito scarica barile tra Fal, Comune e Regione. Intanto – denuncia l’associazione – questo spazio resta in semi abbandono ed utilizzato come deposito/lavaggio dalle Fal, ma forse era noto sin da subito l’obbiettivo di questa azienda propensa a fare i propri interessi aziendali a discapito di quelli della collettività. L’ambiguità del progetto ci è parsa chiara sin da subito: “terminal intermodale”, area sosta bus turistici; termini e progetti fumosi per far si che il progetto non decollasse mai.

La nostra Associazione oltre a criticare, ha avuto svariati incontri con gli Assessori per cercare di sbloccare la situazione e rendere fruibile un terminal bus vitale per il nostro territorio, ma non abbiamo ricevuto risposte concrete, chiusura da parte di tutti o al massimo promesse fumose, per nulla concrete e campate in aria.

Noi dell’Associazione sottolineiamo ancora una volta che quell’area deve essere destinata ad un vero terminal bus extraurbano, visto che la città ne è ancora sprovvista.

Abbiamo anche, in concerto con il Comune, proposto alle Fal una spola di bus urbani tra terminal e centro città per poter iniziare a rendere fruibile il terminal, ma i soliti silenzi e scarica barile ci hanno fatto capire che c’è volontà che tutto rimanga com’è.

Vogliamo che la città almeno sia a conoscenza di questo ennesimo smacco, di questo ennesimo spreco ed occasione mancata.

Nella speranza che qualcuno – conclude la nota – si metta una mano sulla coscienza e faccia finalmente qualcosa per poter rendere fruibile il terminal bus di cui la città necessita da sempre e che (scandalosamente) ha già realizzato e pronto, e che ad oggi non è stata mai permessa la sua apertura e la sua fruizione”.