Garaguso | Consegnati due alloggi dell’Ater

116

Venerdì 11 novembre 2022 – Sono stati consegnati nei giorni scorsi, alla presenza del Sindaco di Garaguso, Francesco Auletta, due alloggi di edilizia popolare di proprietà dell’Ater in via Carlo Levi 12 a Garaguso.
A consegnare le chiavi degli appartamenti ai due destinatari aventi diritto per conto dell’Ater , il dottor Francesco Tralli, che ha letto il verbale di consegna e accettazione e poi consegnato loro le chiavi. Le due famiglie sono risultate assegnatarie nella graduatoria stilata dalla Commissione Provinciale assegnazione alloggi.

Il Sindaco di Garaguso, Francesco Auletta, e dottor Francesco Tralli,

“ Esprimo i miei più sinceri auguri a questi nuclei familiari” ha spiegato il sindaco Francesco Auletta” per la nuova sistemazione, ed allo stesso tempo esprimo i ringraziamenti, non di rito, alla Commissione Provinciale assegnazione alloggi e all’Ente Ater per la celerità di azione amministrativa –burocratica e la completa disponibilità nel voler andare incontro al bisogno.
Il tempo che stiamo vivendo sta facendo registrare moltissime situazioni di disagio, ed oggi poter aprire le porte di due nuovi appartamenti significa per tutta la comunità garagusana auspicare sempre per un futuro migliore per tutti.
A trarne vantaggio oggi sono questi due nuclei familiari, a cui poi si aggiungeranno spero presto altri due, ma sono certo che si ripercuoterà positivamente sull’intera comunità. Il senso di responsabilità amministrativo che quotidianamente mettiamo in campo va nella direzione della tutela delle fasce più deboli, spaziando non solo dal punto di vista abitativo, ma anche dal punto di vista sanitario inteso come assistenza alla persona, i ragazzi con le loro esigenze e proprio nei giorni scorsi abbiamo inaugurato la Palestra Comunale e tante necessità che i cittadini ci pongono.
Lavorare sinergicamente “ ha concluso Francesco Auletta “ e collaborando, è l’unica strada che porta ai risultati sperati. Ognuno deve assolvere al proprio compito, noi amministratori per primi , ma anche la società tutta deve collaborare in maniera costruttiva”.