I candidati interni sono 5.342; gli esterni 228. Le commissioni sono 148, con 513 commissari e 143 presidenti in 293 classi.
Gli studenti in provincia di Potenza sono complessivamente 3.427. In provincia di Matera 2.143.
Le commissioni sono 94 negli istituti potentini, e 54 in quelli materani: le classi invece sono 186 nel Potentino e 107 nel Materano.
Oggi, 17 giugno, la prima prova d’italiano con quattro opzioni per i candidati:

  1. analisi del testo;
  2. saggio breve o articolo di giornale;
  3. tema generale;
  4. tema con indirizzo specifico.

La seconda prova, che si svolgerà domani giovedì, 18 giugno, si differenzierà in base agli Istituti.
La terza prova dell’esame, il cosiddetto “quizzone” è previsto per il 22 giugno. Poi il colloquio.
Come si calcola il voto finale?

La sufficienza si raggiunge con la votazione di 60/100.
Il voto finale di maturità si compone delle seguenti voci:

  • Credito scolastico: ciascun candidato può far valere un massimo di 25 punti quale credito scolastico.
  • Punteggio delle prove scritte: 45 è il totale dei punti, ripartiti in ugual misura tra le tre prove (da 0 a 15 punti ciascuna). A ciascuna delle prove scritte giudicata sufficiente non può essere attribuito un punteggio inferiore a 10.
  • Punteggio colloquio orale: sono 30 i punti da assegnare. Il colloquio è giudicato sufficiente se consegue almeno 22 punti.
  • Bonus: è di 5 punti e può essere assegnato dalla Commissione in aggiunta al voto finale di a condizione che il candidato abbia un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo nelle prove d’esame di almeno 70 punti.
  • Lode: è consentita l’attribuzione della lode ai candidati che all’esame avranno conseguito il punteggio massimo di 100 punti senza fruire del bonus integrativo dei 5 punti. Inoltre devono aver riportato negli scrutini finali relativi alle classi terzultima, penultima e ultima solo voti uguali o superiori a otto decimi, compresa la valutazione del comportamento.

Agli studenti impegnati negli esami di maturità ha rivolto un saluto il Presidente della Giunta Regionale di Basilicata, Marcello Pittella.
“La fine è un nuovo inizio. Da oggi, da questa prova tra le più emozionanti della vita, comincia un percorso di nuove sfide e nuovi traguardi. Un cammino – afferma Pittella – che porterà ciascuno di voi a realizzare sogni ed aspirazioni, a diventare le donne e gli uomini di domani, i professionisti che sapranno dedicarsi con passione alla propria terra. L’augurio che rivolgo a voi maturandi lucani è di poter sempre conservare la spensieratezza di questi anni insieme alla grinta che vi ha portato – sono sicuro – a raggiungere questa meta. Anche quando la vita vi chiamerà ad esami e prove più difficili, sappiate resistere, combattere, anche rischiare, forti di una personalità compiuta e di una mente pronta al ragionamento e aperta al confronto. Negli insegnanti che vi hanno condotto per mano fin qui, nella famiglia che è il vostro primo baluardo, e nelle istituzioni potrete ritrovare – conclude il Presidente Pittella -sempre conforto, ascolto, comprensione. Buona fortuna e buona vita”.