Con esso s’intende migliorare i collegamenti interregionali, anche attraverso la valorizzazione del corridoio ferroviario Matera-Altamura-Bari, quale asse territoriale di valenza interregionale utile alla fruizione di servizi ed infrastrutture e alla integrazione dei sistemi urbani.
Con questo provvedimento, il territorio lucano diviene naturale prolungamento della direttrice di sviluppo adriatica nell’ottica del necessario sviluppo del sistema socio-economico regionale, favorendo lo sviluppo di una mobilità sostenibile e intelligente.
Matera voto
Del corridoio ferroviario Matera-Altamura-Bari beneficerà anche la Città dei Sassi dopo la sua designazione a Capitale Europea della Cultura 2019 per la capacità attrattiva che avrà su un territorio che va oltre i confini regionali.
La Regione Basilicata, lo ricordiamo, nel documento recante le Linee Strategiche e Programmatiche del nuovo Piano regionale dei Trasporti, di recente approvazione, ha confermato già con convinta determinazione tutti gli interventi relativi ai lavori di adeguamento e velocizzazione delle infrastrutture ferroviarie Fal, in gran parte già avviati e realizzati.
Il protocollo d’intesa firmato dal Governo regionale lucano conferma la concreta volontà di sviluppare sinergie volte ad uno sviluppo organico e omogeneo degli interventi programmati dall’amministrazione regionale lucana e dall’amministrazione regionale pugliese, con azioni coordinate di monitoraggio volte al miglioramento della qualità dei servizi. Sarà possibile mediante il reperimento, nell’ambito della programmazione dei fondi strutturali 2014-2020, delle risorse finanziarie per l’attuazione degli ulteriori interventi prioritari interessanti lo sviluppo dell’infrastruttura e dei servizi sulla direttrice ferroviaria Matera-Bari; e la definizione di un programma di esercizio ferroviario condiviso tra le due regioni. Questo consentirà  di razionalizzare i servizi ferroviari ed automobilistici presenti sul corridoio in modo da offrire all’utenza un servizio efficiente, moderno e con livelli prestazionali adeguati.
“Finalmente Puglia e Basilicata uniscono le forze per potenziare le infrastrutture di interesse comune” – ha aggiunto il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella, salutando con favore anche l’omologa delibera della giunta regionale pugliese.
Marcello_Pittella