Allerta meteo | Indicate dalla Protezione Civile le procedure di comunicazione da parte dei Sindaci

217

Martedì 24 gennaio 2023 – L’ufficio regionale per la Protezione civile ha inviato ai Sindaci lucani una nota informativa per condividere ancora una volta con loro le procedure di comunicazione da seguire in caso di rischi idrogeologico e idraulico, ai fini della Protezione civile, qualora si registrino danni all’integrità fisica, agli insediamenti e all’ambiente, anche a seguito di avvisi delle suddette criticità o di allertamento meteo.  

“Alla luce degli ultimi eventi registrati e alla conseguente diramazione degli avvisi di criticità, abbiamo ritenuto fondamentale informare i Comuni – dichiara il dirigente della Protezione civile, Giovanni Di Bello – sulla predisposizione da parte della Protezione civile di un software con interfaccia online che consente di effettuare le segnalazioni urgenti di criticità”.

L’accesso al portale (http://cf.protezionecivilebasilicata.it/comuni/login.asp) è consentito attraverso password già fornite agli interessati e consente alla sala operativa un immediato riscontro delle situazioni emergenziali. In caso di smarrimento delle credenziali, è possibile farne richiesta all’indirizzo mail salaoperativa@regione.basilicata.it.

Inoltre, al fine di consentire una tempestiva diffusione, ai diversi livelli territoriali, dell’informazione sulla fase operativa in cui si è posto ciascun Comune in risposta al livello di allerta dichiarata dal sistema regionale, risulta necessario che i Comuni adottino e utilizzino il modello presente sul sito regionale all’indirizzo http://www.protezionecivilebasilicata.it/protcivbas/files/docs/10/63/48/DOCUMENT_FILE_106348.pdf

(Format_04) da trasmettere via P.E.C. alla Sala Operativa Regionale, all’indirizzo sor.basilicata@cert.regione.basilicata.it .

Nel caso l’urgenza dettata dall’eventuale episodio calamitoso non consenta l’immediata compilazione della segnalazione di criticità sulla piattaforma, è necessario che la stessa venga trasmessa entro le successive 24 ore dall’evento.